E’ appena terminato a Bologna l’annuale salone internazionale della ceramica per l’architettura e dell’arredo bagno, questo è Cersaie 2018.
161.000 metri quadrati dedicati alla presentazione delle nuove collezioni.
Nelle nuove tendenze la ceramica si unisce all’estetica del metallo, ci sono superfici cangianti declinate in varianti cromatiche ed effetti ossidati dove la materia pare essere stata attacata proprio dagli ossidi.
Decorazioni raffinate riflettono la luce, donando fascino all’ambiente bagno mentre alcune piastrelle riproducono la lamiera grecata ed arruginita che richiamano alla mente lo stile industriale.
Le nuove cementine sono un tuffo negli anni ’30, richiamano l’art Deco e sono declinate in tonalità calde, beige e mattone o fredde, grigio ed antracite insieme all’indiscusso bianco&nero.
Nelle decorazioni non manca un tocco di color salvia o avio.
Il formato ad esagona acquista nuovi colori, petrolio e bordeaux, smorzati da basi grigie o beige.
Il cemento rimane sempre di grande tendenza, può essere utilizzato in contesti commerciali o in soluzioni abitative moderne. Oltre alle classiche tonalità si inseriscono nuovi colori polverosi.
Il fascino del legno rimane indiscusso, è reintrapetato principalmente dalle essenze del rovere. L’eleganza delle venature si fonde con delle leggere nodosità.
Ideale se si vuole creare ambienti confortevoli ed accoglienti.
Le pareti si rivestono di maioliche, interpretate in diversi formati. Le superfici sono prevalentemente lucide mentre i colori si declinano in toni moderni o classici, rendendo possibile realizzare accostamenti sempre diversi ed unici.
Le pietre naturali sono proposte prendendo spunto dalla quarzite o dalla pierre bleu, si inseriscono in contesti attuali ed offrono la possibilità di creare ambienti uniti tra outdoor ed indoor.
I marmi più ricercati e pregiati sono riprodotti in lastre che possono misurare 3 metri. La macchia aperta offre soluzioni ancora più prestigiose e di alta classe.
Le lastre a basso spessore sono l’ideale per rivestire mobili, mensole, scaffali a giorno, porte o creare pareti d’arredo per arrichire spazio della zona giorno.